Covid-19, boom di casi in Israele tra bimbi e adolescenti: oltre 50mila casi nella seconda ondata

Stampa

Le infezioni da Covid-19 in Israele a gennaio sono aumentate in maniera preoccupante tra i bambini e gli adolescenti.

Secondo recenti dati del ministero della sanità hanno raggiunto quota 50mila: un numero ben più alto di quanto si sia registrato in ciascun mese della prima e seconda ondata della pandemia nel paese.

Un segnale che ha allarmato il ministro della sanità Yuli Edelstein.

“Abbiamo ricevuto una lettera dall’Associazione israeliana dei pediatri – ha detto di recente citato dal Jerusalem Post – in cui si dice molto preoccupata del tasso di malattia nei giovani studenti”.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur