Covid-19, Bonaccini: “La scuola deve rimanere aperta, dispersione scolastica alta nelle superiori”

Stampa

“Noi rischiamo di pagare un prezzo altissimo sulla dispersione scolastica, in particolare nei primi due anni delle scuole cosidette superiori, e quindi mi auguro che non le chiuderemo più”.

Così Stefano Bonaccini presidente dell’Emilia Romagna a ‘Cartabianca’, su Rai3.

“Però bisogna anche tenere conto che tutto ciò che noi possiamo riaprire, vale anche per attività economiche importanti, è legato al fatto che riusciamo, come per ora sembra stiamo riuscendo, a correggere in ribasso la curva epidemiologica – ha aggiunto Bonaccini –  per questo servono i vaccini presto, perché quando metteremo al riparo quelli più a rischio, anziani e le professioni a rischio, crollerà il  numero dei ricoverati e i parametri che fanno andare in zone colorate  non ci faranno più chiudere alcun che: ma la scuola deve rimanere aperta”.

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur