Covid-19, aggredito di fronte ad una scuola nonno “vigile” che invita minorenni a usare mascherina

Stampa

Avevano spintonato e colpito al volto con un pugno un “nonno vigile” che poco prima a bordo di un bus li aveva invitati a indossare la mascherina. Per questo motivo due minorenni di 15 e 17 anni dovranno ora rispondere in concorso, alla Procura minorile di Trieste, del reato di lesioni personali aggravate.  

Secondo la ricostruzione della Polizia locale, dopo che l’anziano aveva redarguito i due, era nato un diverbio conclusosi una volta che i contendenti erano scesi dal mezzo pubblico.

Al termine del suo servizio volontario di vigilanza con la “paletta” davanti ad una scuola elementare, il
nonno è stato però aggredito e colpito al volto dai due ragazzi, che subito dopo si sono dati alla fuga.

L’uomo, che ha subito anche un intervento chirurgico, è stato giudicato guaribile in 30 giorni.

Attraverso le immagini delle telecamere del bus e la testimonianza dei presenti, il nucleo di Polizia giudiziaria della Polizia locale dopo accurate indagini ha focalizzato l’attenzione su alcuni giovanissimi frequentatori dei giardinetti della zona, già in passato oggetto di controlli, e sono riusciti a identificare i due minorenni aggressori.

Stampa

Il nuovo programma di supporto gratuito Trinity per docenti di lingua inglese