Cottarelli: necessarie riforme fatte sulle pensioni. La spesa resterà alta, ma stabile

di Elisabetta Tonni
ipsef

item-thumbnail

A spezzare una lancia a favore della riforma Fornero e di quelle sulle pensioni che l’hanno preceduta è Carlo Cottarelli, direttore dell’Osservatorio sui conti pubblici italiani dell’Università Cattolica di Milano.

Come riportato dall’agenzia Ansa, l’ex commissario alla ‘spending review‘ ha detto: “Le riforme delle pensioni in Italia degli ultimi anni sono state inevitabili per contrastare il fenomeno dell’aging“.

Cottarelli è intervenuto alla presentazione dell’Expo meeting Innov-aging, in calendario ad Ancona dal 21 al 23 giugno, e ha aggiunto: “Le previsioni ufficiali indicano che, per effetto delle passate riforme, la spesa pensionistica resterà più o meno stabile sui livelli attuali fino al 2045, scendendo solo in seguito. Ma, pur non crescendo, la spesa resterà alta e non contribuirà al necessario aggiustamento dei conti pubblici, che graverà quindi su altre voci“.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione