Costituente di Filosofia: no alla riduzione delle ore di filosofia. Ripensiamo i saperi umanistici

di Lalla
ipsef

La Costituente di Filosofia convoca una Riunione per ribadire al nuovo ministro Stefania Giannini il no alla marginalizzazione dei saperi umanistici nei Licei e le sue controproposte:

La Costituente di Filosofia convoca una Riunione per ribadire al nuovo ministro Stefania Giannini il no alla marginalizzazione dei saperi umanistici nei Licei e le sue controproposte:

Domenica 2 marzo 2014 dalle 15.00 alle 19.00 Nuovo Cinema Palazzo Piazza dei Sanniti 9 Roma

adesioni

La Costituente di Filosofia è un gruppo di insegnanti che intende contrastare l’ennesimo piano di riforma a costo zero del Miur e rilanciare il ruolo della filosofia in una scuola che intenda educare cittadini responsabili e consapevoli.

Siamo contrari:

– alla sperimentazione in corso che prevede un liceo di 4 anni, un’impostazione inevitabilmente nozionistica e un ridimensionamento dei saperi critici
– alla prevedibile riduzione generalizzata delle ore di filosofia, già tagliate nei nuovi licei dalla riforma Gelmini, e alla compressione dei programmi in due soli anni.
– a farci guidare da slogan falsi e fuorvianti come "far entrare i ragazzi un anno prima nel mercato del lavoro" oppure "dobbiamo adeguarci agli standard europei".
– ad ogni ipotesi di "riforma" che, con il misero obiettivo di fare cassa, parta dal taglio di anni di studio, di discipline e di cattedre invece di impegnarsi in una seria analisi dei bisogni reali della scuola e delle risorse necessarie al suo miglioramento
– alla "Costituente della scuola" lanciata dal Ministero come strumento di riforma laddove essa sia, come appare fin d’ora, solo uno slogan che nasconde decisioni già prese piuttosto che un luogo reale e democratico di
confronto con docenti, studenti e personale ATA.

Siamo favorevoli invece:
– ad un’adeguata valorizzazione dei saperi umanistici e in particolare della filosofia in una scuola che metta al centro l’esigenza di sviluppo di un pensiero autonomo e critico.
– alla possibilità di insegnare filosofia fin dal I anno e, partendo dalle esperienze pedagogiche consolidatesi negli ultimi anni, anche negli altri cicli del percorso scolastico nonché negli istituti professionali
– ad avviare un percorso di ripensamento della scuola che parta non dall’alto e da esigenze puramente contabili ma, democraticamente, dall’incontro e dal reciproco ascolto dei soggetti che animano la vita stessa della scuola oggi.

Costituente Filosofia
clicca:
Facebook
Blog

Versione stampabile
anief
soloformazione