Cos’è l’insegnamento? Trasmissione di conoscenze e di competenze aventi ad oggetto un insieme ampio e diversificato di materie. A dirlo la Corte di Giustizia Europea

WhatsApp
Telegram

La Corte giustizia Unione Europea Sez. IX, con sentenza del 21/10/2021, n. 373/19 tratta il caso di una ditta tedesca che gestiva una scuola di nuoto sotto forma di società di diritto civile. Nell’ambito della sua attività essa impartiva, principalmente a bambini, corsi di vari livelli vertenti sull’apprendimento delle basi e delle tecniche del nuoto. A tale titolo, essa riteneva che dette prestazioni dovevano essere esentate dall’IVA poiché assimilabili all’attività d’insegnamento scolastico. Una sentenza che pur trattando una fattispecie specifica, quale quella dell’IVA, tocca in in realtà la questione della nozione e della valenza della portata dell’insegnamento e non tutte le attività possono essere equiparate a quelle dell’insegnamento scolastico od universitario, pur essendo sempre d’insegnamento.

La norma in questione

L’articolo 132 della direttiva 2006/112 prevede esenzioni le quali, come prevede il titolo del capo in cui tale articolo figura, sono dirette a favorire talune attività di interesse pubblico. Tuttavia, tali esenzioni non riguardano tutte le attività di interesse pubblico, ma solo quelle che vi sono elencate e descritte in modo particolareggiato (sentenze del 4 maggio 2017, Brockenhurst College, C-699/15, EU:C:2017:344, punto 22 e giurisprudenza ivi citata, nonché del 14 marzo 2019, A & G Fahrschul-Akademie, C-449/17, EU:C:2019:202, punto 17). Secondo la giurisprudenza della Corte, le citate esenzioni costituiscono nozioni autonome del diritto dell’Unione, volte ad evitare divergenze nell’applicazione del sistema dell’IVA da uno Stato membro all’altro (sentenze del 26 ottobre 2017, The English Bridge Union, C-90/16, EU:C:2017:814, punto 17 e giurisprudenza ivi citata, nonché del 14 marzo 2019, A & G Fahrschul-Akademie, C-449/17, EU:C:2019:202, punto 18). Va rilevato che l’articolo 132, paragrafo 1, lettere i) e j), della direttiva 2006/112 non contiene alcuna definizione della nozione di “insegnamento scolastico o universitario”

Cosa si deve intendere per insegnamento?

Tuttavia, afferma la Corte, “si deve osservare che, benché l’insegnamento del nuoto impartito da una scuola di nuoto, quale quello di cui trattasi nel procedimento principale, presenti un’indubbia importanza e persegua un obiettivo di interesse pubblico, esso costituisce comunque un insegnamento specialistico ed impartito ad hoc, che non equivale, di per se stesso, alla trasmissione di conoscenze e di competenze aventi ad oggetto un insieme ampio e diversificato di materie, nonché al loro approfondimento e al loro sviluppo, caratterizzanti l’insegnamento scolastico o universitario (v., per analogia, sentenza del 14 marzo 2019, A & G Fahrschul-Akademie, C-449/17, EU:C:2019:202, punto 29, nonché ordinanza del 7 ottobre 2019, Finanzamt Hamburg-Barmbek-Uhlenhorst, C-47/19, non pubblicata, EU:C:2019:840, punto 33). Del resto, e pur non potendosi negare l’importanza delle conoscenze trasmesse nell’ambito dell’insegnamento della guida automobilistica e di quello della vela, in particolare per far fronte a situazioni di emergenza e, più in generale, per garantire la sicurezza e l’integrità fisica delle persone, la Corte ha nondimeno dichiarato, rispettivamente nella sentenza del 14 marzo 2019, A & G Fahrschul-Akademie (C-449/17, EU:C:2019:202), e nell’ordinanza del 7 ottobre 2019, Finanzamt Hamburg-Barmbek-Uhlenhorst (C-47/19, non pubblicata, EU:C:2019:840), che tali insegnamenti non rientrano nella nozione di “insegnamento scolastico o universitario” ai sensi dell’articolo 132, paragrafo 1, lettere i) e j), della direttiva 2006/112. Alla luce di quanto precede, occorre rispondere alla prima questione dichiarando che la nozione di “insegnamento scolastico o universitario”, ai sensi dell’articolo 132, paragrafo 1, lettere i) e j), della direttiva 2006/112, deve essere interpretata nel senso che essa non comprende l’insegnamento del nuoto impartito da una scuola di nuoto”.

Quindi, per la Corte, la trasmissione di conoscenze e di competenze tra un docente e gli studenti è un elemento certamente di grande importanza dell’attività di insegnamento e l’istruzione fornita nelle scuole o nelle università è fondamentale per sviluppare le conoscenze e le attitudini degli allievi o degli studenti, purché tali attività non abbiano carattere puramente ricreativo.

WhatsApp
Telegram

Concorso ordinario infanzia e primaria incontri Zoom di supporto al superamento della prova scritta. Affidati ad Eurosofia