Argomenti Didattica

Tutti gli argomenti

Cos’è la Ri-Mediazione e Triangolazione Didattica: in allegato esempio di laboratorio

Stampa

Il progetto di Ri-Mediazione e Triangolazione Didattica intende ri-mediare i contenuti delle differenti discipline (adoperando media differenti) per il tramite della creazione di uno spazio diverso per l’apprendimento che sia, unitamente, anche un’aula aumentata dalla tecnologia: attraverso il sostegno di hardware e software appositamente dedicati, si può così operare la “Triangolazione didattica”. I docenti realizzano, attraverso la registrazione di ciò che avviene sullo schermo del pc o attraverso la videoregistrazione, le lezioni (adoperando anche software che possano facilitare la didattica, come mappe concettuali, in primis) che poi sono attribuite in piattaforme, in maniera tale che gli alunni possano utilizzarle.

Gli obiettivi della Ri-Mediazione e Triangolazione Didattica e dell’aula appositamente dedicata

Gli obiettivi della Ri-Mediazione e Triangolazione Didattica e dell’aula appositamente dedicata, attivato nel brillante I.I.S. Mario Rigoni Stern di Bergamo, così come previsto nel progetto il cui responsabile è la professoressa Alessandra Panichi, sono nello specifico:

  • ri-mediazione dei contenuti didattici
  • realizzazione di un apprendimento interattivo, attraverso la triangolazione alunno-web-docente
  • personalizzazione dei percorsi di apprendimento
  • inclusione
  • integrazione di linguaggi
  • condivisione di prodotti didattici
  • fornire materiale utile alla formazione dei docenti.

Risultati attesi

La ricaduta del progetto sulla classe e sui ragazzi con BES – come prevede il progetto dell’I.I.S. Mario Rigoni Stern di Bergamo diretto con una inconfutabile professionalità e spiccata competenza dal dirigente scolastico prof. Carmelo Scaffidi – sarà notevole grazie ad una maggiore possibilità, in termini di tempo a disposizione che avranno i docenti, per realizzare percorsi personalizzati.

Metodologia adottata

La classe perde la propria connotazione temporale, in quanto ogni alunno potrà accedere ai contenuti in qualsiasi momento, anche se assente da scuola ed i docenti potranno interagire con gli alunni anche in momenti diversi dal tempo-scuola. L’allocazione dei contenuti prodotti su piattaforma consentirà la triangolazione didattica docente-web-alunno, alunno-web-docente. Tale modalità risulta fortemente rispondente all’obiettivo dell’inclusività perché gli alunni con B.E.S. o anche in progetti di assistenza domiciliare potranno contare sulla registrazione video-audio e su mappe già predisposte. Anche il tempo scuola si modifica: cosa fa in classe un insegnante se la spiegazione è online? L’insegnante può finalmente personalizzare e includere. Possono, inoltre, essere realizzati interi corsi di recupero sempre a disposizione degli alunni, soprattutto per le discipline dove si riscontrano il maggior numero di carenze.

Questo spazio alternativo può essere funzionale a perseguire altri scopi consentendo ad esempio, attraverso sistemi di videoconferenza, di poter operare gemellaggi con classi estere.

Gli alunni in alternanza scuola-lavoro potrebbero invece filmare sequenze operative, con dispositivi propri, e condividerli con docenti e compagni sulla piattaforma o collegarsi anch’essi in videoconferenza e ricevere consigli e suggerimenti dai docenti-tutor.

Tutti prodotti ri-mediati e allocati sulla piattaforma saranno fruibili dagli utenti attraverso postazioni posizionate nella scuola.

Regolamento laboratorio triangolazione didattica (trilab)

In allegato proponiamo un eccellente regolamento del laboratorio di triangolazione didattica adottato dall’IIS Mario Rigoni Stern di Bergamo diretto con magistrale capacità gestionale dal prof. Carmelo Scaffidi e steso, tra gli altri, dalla Responsabile della rete di Istituto Prof.ssa Alessandra Panichi.

Unica e imprescindibile condizione che l’utilizzo del laboratorio debba avere finalità didattiche per il normale svolgimento delle attività di laboratorio.

Regolamento aula multimediale

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur