Coscia (PD) su assunzioni precari 2015: non tutti saranno contenti

Stampa

Riportiamo l'intervento dell'On. Coscia (PD), che in questi mesi ha lavorato alla stesura  decreto: "Alcuni non saranno contenti ma sia chiaro che il nostro lavoro non finisce qui e faremo in modo di mettere tutti i nostri insegnanti nelle condizioni, da una parte, di poter lavorare a scuola, e dall'altra di farlo in condizioni migliori e più dignitose"

Riportiamo l'intervento dell'On. Coscia (PD), che in questi mesi ha lavorato alla stesura  decreto: "Alcuni non saranno contenti ma sia chiaro che il nostro lavoro non finisce qui e faremo in modo di mettere tutti i nostri insegnanti nelle condizioni, da una parte, di poter lavorare a scuola, e dall'altra di farlo in condizioni migliori e più dignitose"

L'intervento integrale dell'On. Coscia (PD) su Facebook "Vorrei rispondere a tutti coloro i quali mi stanno scrivendo in queste ore per sapere cosa sarà di loro e quali scelte abbia preso il governo in merito al piano di assunzioni. Mi dispiace di non aver risposto a tutti; siete stati tantissimi a chiedere informazioni.

Tuttavia, credo che sia nelle mie responsabilità e in una fase così delicata in cui si sta mettendo a punto il decreto, non fare considerazioni che possano alimentare preoccupazioni più o meno ingiustificate.

Quell o che so è che abbiamo fatto il possibile, mantenendo saldi alcuni punti e sapendo che avevamo obblighi da rispettare, per mantenere un giusto equilibrio tra le aspettative di ognuno di voi. La nostra scuola e soprattutto il sistema di reclutamento è frutto di anni di scelte sbagliate e perverse: abbiamo provato con tutto il nostro impegno e la nostra dedizione a interrompere questo meccanismo mettendo le radici per un nuovo sistema che in futuro impedisca le storture di questi anni.

Alcuni non saranno contenti ma sia chiaro che il nostro lavoro non finsice qui e faremo in modo di mettere tutti i nostri insegnanti nelle condizioni, da una parte, di lavorare nella scuola e, dall'altra, di farlo in condizioni migliori e più dignitose. Questo è il lavoro per cui mi impegno da una vita (politica).

A breve il decreto arriverò in CDM e, come per il documento, saremo pronti ad ascoltare e correggere.

Nel frattempo, oggi è una giornata importante perché, nonostante tutte le polemiche, dopo anni di tagli abbiamo messo il segno più davanti alla voce istruzione e rese stabili risorse da investire per i prossimi anni. Questo significherà che le nostre scuole potranno diventare luoghi migiori e meno soli. Io ci credo, non ho mai smesso di farlo. ‪#‎ labuonascuola‬ "

Immissioni in ruolo. Sole24Ore: graduatorie ad esaurimento svuotate secondo necessità. Organico funzionale: 5 insegnanti in più a infanzia e primaria, 2 per le secondarie

Dal 2016 immissioni in ruolo nella scuola solo per concorso pubblico

Il PD presenta la riforma scuola. Assunzioni, Giannini: le intenzioni non sono cambiate. La diretta

Stampa

Concorsi ordinari docenti entro il 2021, anche DSGA. Preparati con CFIScuola!