Corso TFA specializzazione sostegno, in [BOZZA] accesso solo a docenti abilitati. Ci sarà preselettiva

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il Ministro Bussetti ha affermato che è stata avviata la procedura per i corsi TFA specializzazione sostegno per l’a.a. 2018/19. I corsi, secondo quanto si legge nella bozza del decreto, saranno rivolti ai docenti in possesso di abilitazione.

Chi potrà accedere

I corsi sono rivolti sia a primaria e infanzia che alla scuola secondaria. I requisiti di accesso sono:

  • scienze della formazione primaria
  • diploma magistrale conseguito entro l’a.s. 2001/02
  • abilitazione ad una delle classi di concorso dello specifico grado di scuola secondaria

Sono validi anche i titoli conseguiti all’estero e riconosciuti in Italia.

Se il testo sarà adottato secondo questa versione, non si farà in tempo a inserire tra i possibili partecipanti anche i laureati in possesso dei 24 CFU in discipline  antropo – psico – pedagogiche ed in metodologie e tecnologie didattiche.

Tale modifica infatti deriverebbe dalla legge di bilancio 2019, che si appresta a integrare i requisiti richiesti per accedere ai corsi di specializzazione sostegno.

Il corso dovrebbe concludersi entro il 30 giugno dell’anno accademico di riferimento.

La prova preselettiva

Le prove per l’ammissione saranno precedute da una preselettiva che avrà le seguenti caratteristiche.

Test preliminare: 60 quesiti con 5 opzioni. 20 di questi relativi a comprensione e competenze di lingua italiana. La risposta corretta vale 0,5, la mancata risposta zero punti. Durata 2 ore

Ammessi alla prova scritta un numero di candidati triplo rispetto ai posti disponibili.

Versione stampabile
soloformazione