TFA Corso sostegno e incompatibilità master/perfezionamenti: come si risolve

Stampa

Alcuni docenti, già iscritti a corsi universitari (master/corsi di specializzazione, seconda laurea) per l’a.a. 2018/19 chiedono come comportarvi in vista della pubblicazione dei bandi per le selezioni al TFA sostegno IV ciclo, che attiene sempre all’a.a. 2018/19. 

Il Miur ha già affrontato tale problematica nei cicli precedenti dei corsi di specializzazione (questo il IV organizzato sulla base del dm 249/10).

Incompatibilità tra corsi  nello stesso anno accademico

Il dm n. 249/10 prevede all’art. 3 comma 6

“6. La frequenza dei corsi previsti dal presente decreto è incompatibile, ai sensi dell’articolo 142 del Regio decreto 31 agosto 1933, n. 1592, con l’iscrizione a:

a) corsi di dottorato di ricerca;
b) qualsiasi altro corso che dà diritto all’acquisizione di crediti formativi universitari o accademici, in Italia e all’estero, da qualsiasi ente organizzati.”

Preparato con il corso organizzato da Orizzonte Scuola e Centro studi Leonardo. In regalo un buono sconto del 25% sul prezzo di copertina dei libri Edises

Dunque, l’incompatibilità riguarda la frequenza dei corsi, non l’iscrizione ai test di accesso.

Chiunque sia già iscritto ad un corso di perfezionamento/Master per l’a.a. 2018/19 e in possesso dei requisiti previsti dal dm n. 92 dell’08 febbraio 2019 vuole tentare le prove di selezione per l ‘accesso al corso di sostegno, può farlo senza dover modificare nulla della propria iscrizione al master.

L’incompatibilità riguarderà quindi esclusivamente quei docenti che supereranno le tre prove e decideranno di iscriversi al corso.

Selezione è una opportunità per chi ha il titolo

Nel 2014, ai tempi del II ciclo TFA, il Miur ha emanato una FAQ

“Sto frequentando corsi accademici, che risultano, ai sensi della normativa, incompatibili col TFA. Posso iscrivermi alle prove?

Sì. L’iscrizione e lo svolgimento delle prove sono una opportunità offerta a tutti gli aventi titolo. Il problema si presenterà, caso mai, al momento dell’iscrizione al percorso, quando dovrà scegliere se frequentare il TFA o rinunciarvi. Si ricorda che non è possibile, comunque, il congelamento del TFA, salvo che per ragioni mediche. Per rinunciare/congelare il percorso accademico incompatibile, si dovrà rivolgere agli Atenei. Il MIUR sta predisponendo una disciplina particolare per i percorsi di propria competenza (CLIL, specializzazione sul sostegno, PAS), che sarà comunque emanata in tempo per effettuare la scelta.

Dunque, in caso di superamento delle selezioni bisognerà effettuare una scelta: il TFA sostegno non è congelabile, pertanto bisogna rivolgersi all’Ateneo di competenza per congelare il master/corso di perfezionamento, in modo che per l’a.a. 2018/19 non si risulti iscritti ad alcun corso incompatibile.

La “disciplina particolare” cui il Miur accennava nella FAQ non ci risulta sia stata mai elaborata.

Lo speciale sul TFA sostegno a.a. 2018/19

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur