Corsi di specializzazione per il sostegno: il Miur rompa gli indugi e ritenga abilitante il diploma magistrale conseguito prima dell’a.s. 2001/2002

di redazione
ipsef

ANIEF – Si tratta di un diritto che rimane sancito dall’art. 197 comma 1 del D.Lgs. 297/1994 e dall’art. 15 comma 7 del D.P.R. 323/1998. Qualora dall’amministrazione giungano interpretazioni contrarie, l’Anief conferma che avvierà ricorso presso gli organi competenti.

ANIEF – Si tratta di un diritto che rimane sancito dall’art. 197 comma 1 del D.Lgs. 297/1994 e dall’art. 15 comma 7 del D.P.R. 323/1998. Qualora dall’amministrazione giungano interpretazioni contrarie, l’Anief conferma che avvierà ricorso presso gli organi competenti.

Risulta davvero paradossale che al Ministero dell’Istruzione non siano bastati due mesi di tempo per poter dirimere le incertezze sulla valenza abilitante del diploma magistrale conseguito prima dell’a.s. 2001/2002: il 30 settembre scorso, infatti, l’Anief ha inviato una diffida all’Università Luspio perché modificasse il bando di selezione per l’ammissione ai corsi, nella parte in cui ha precluso l’accesso a coloro che hanno conseguito la maturità magistrale fino a 11 anni fa. Successivamente l’ateneo romano ha comunicato di aver chiesto chiarimenti in merito direttamente al Ministero dell’Istruzione. Ad oggi, però, il Miur non si è ancora formalmente espresso. Tanto è vero che nella FAQ n. 12 sul prossimo avvio dei corsi di specializzazione per il sostegno, aggiornata al 28 novembre 2013, l’Università di Firenze dichiara di aver "inviato un quesito al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca" ed è essere ancora "in attesa di una risposta".

Anief ha sempre sostenuto che coloro che sono in possesso del diploma magistrale conseguito prima dell’anno scolastico 2001/2002 hanno pieno diritto a presentare domanda di accesso ai corsi di specializzazione agli alunni che necessitano di sostegno didattico. Tale diritto, infatti, rimane sancito dall’art. 197 comma 1 del D.Lgs. 297/1994 e dall’art. 15 comma 7 del D.P.R. 323/1998. Queste disposizioni legislative, mai abrogate, attribuiscono infatti il valore abilitante permanente al diploma di maturità magistrale nonché il diritto ai possessori di partecipare ai concorsi a cattedra: l’abilitazione è infatti intrinseca al titolo medesimo e non è subordinata al superamento di alcuna ulteriore prova, esame o concorso pubblico.

Pertanto, l’Anief invita il personale in possesso del suddetto titolo a presentare regolare domanda di partecipazione ai corsi di sostegno agli alunni con disabilità, in procinto di essere attivati sulla base del D.M. 706/13 con cui il Miur ha autorizzato le Università incaricate ad organizzare nell’anno accademico 2013/2014 i percorsi di formazione per il conseguimento della specializzazione.

Inoltre l’Anief ribadisce, infine, che qualora il Miur non dovesse esplicitare che il diploma magistrale conseguito prima del 2002 è valido a tutti gli effetti, l’associazione sindacale conferma che avvierà ricorso presso gli organi competenti. In tal caso, sarà cura dell’Anief comunicare agli interessati le specifiche istruzioni per l’avvio delle azioni legali, che potranno essere richieste a [email protected].

L’associazione sindacale ricorda, infine, che Eurosofia ha organizzato il corso di formazione per la preparazione alle prove d’accesso al TFA per il sostegno: attraverso supervisori delle SSIS ed esperti del settore, ai candidati verranno impartite le competenze necessarie per il superamento della prova di accesso a numero programmato dei corsi universitari per il conseguimento della specializzazione su sostegno. Per maggiori informazioni cliccare qui

Versione stampabile
anief anief voglioinsegnare