Corsi di perfezionamento 1500 ore e 60 CFU vanno valutati 3 punti. Sentenza a Potenza

Di Lalla
WhatsApp
Telegram

red – La Gilda degli Insegnanti di Potenza comunica che il Giudice del Lavoro di Potenza ha stabilito che i titoli di perfezionamento di 1500 ore e 60 Cfu vanno valutati 3 punti.

red – La Gilda degli Insegnanti di Potenza comunica che il Giudice del Lavoro di Potenza ha stabilito che i titoli di perfezionamento di 1500 ore e 60 Cfu vanno valutati 3 punti.

Uno stralcio della sentenza

"La norma di riferimento in materia di assegnazione di punteggi va individuata nel la tabella di valutazione dci titoli del personale docente ed educativo ai fini dell’inserimento nella terza fascia delle graduatorie permanenti, allegata al D.L. 97/2004, convertito con la legge n.143/2004,comc da ultimo modificata dal D.M. 27 del 15.3.2007.

Al punto C, Altri titoli – C.7 della precitata tabella (di cui il ricorrente chiede l’applicazione) è prevista l’assegnazione di n. 3 punti e per un massimo di tre titoli " per … diploma di perfezionamento, master iniversitario di I e Il livello di durata annuale corrispondente a 1.500 ore e 60 crediti" .. mentre, al successivo punto C.8 (applicato dall’Amministrazione) l’attribuzione di n.1 punto e per un massimo di tre titoli per "…ogni attestato di frequenza a corsi di perfezionamento universitario di durata annuale con esame finale …", a condizione, nell’uno e nell’altro caso, che il titolo sia coerente con gli insegnamenti cui si riferisce la graduatoria. L’argomentazione difensiva delle resistenti, che non contestano la non coerenza dei titoli, si fonda sulla asserita diversità tra diploma di perfezionamento e corso di perfezionamento, il primo, rientrante nel novero dei titoli rilasciati dalle Università Italiane e caratterizzato dalla necessità di frequenza in aula, i secondi, nel caso di specie consistenti in corsi di formazione con attestato finale, tenuti in modalità didattica e -learning.

Di fatto, è incontestato che il corso di perfezionamento di che trattasi consti di n. 1500 ore, corrispondente a 60 crediti formativi universitari, questi ultimi intesi come " volume di lavoro di apprendimento, compreso lo studio individuale richiesto ad uno studente … per l’acquisizione di conoscenze ed abilità nelle attività formative previste dagli ordinamenti didattici dei corsi di studio" e normalmente quantificabile in 25 ore di impegno complessivo (D.M. 27012004)

Orbene, il punto C.7 del D.M. 27/2007 prevede l’assegnazione di n. 3 punti ai master universitari, di primo e di secondo livello, purché consistenti in 1500 ore, ovvero 60 crediti formativi, dal che discende l’equiparabilità, sotto il profilo qualitativo, del titolo in possesso del ricorrente a quelli di cui al punto C.7, indipendentemente dalla diversa denominazione dello stesso (sulla equiparabilità anche TAR Basilicata n.403/2008 n. 501/2009).

Conclusivamente, la domanda del ricorrente va accolta, affermando il diritto dello stesso all’attribuzione di tre punti per i titoli di che trattasi, ovvero per gli attestati di frequenza, con esame finale, dei corsi di perfezionamento rilasciati da FOR. COM. rispettivamente in materia di" scienze della valutazione dell’apprendimento" e "recupero delle diverse abilità a scuola" rispettivamente conseguiti in data 27.5.2006 e 19.2.2007.

La sentenza

La fonte

WhatsApp
Telegram

Concorso per dirigenti scolastici. Corso preparazione: 285 ore di lezione, simulatore Edises con 14mila quiz e modulo informatica. Nuova offerta a 299 euro