Corsi di sostegno, Bussetti “attivata procedura per 40mila nuovi insegnanti”

di redazione
ipsef

item-thumbnail

TFA sostegno, Bussetti torna a ribadire l’attivazione, quanto prima, dei nuovi corsi di sostegno.  Bisogna attendere l’approvazione della legge di Bilancio anche se le università sono già al lavoro per la programmazione dei corsi.

“Sui docenti di sostegno – ha detto  il Ministro – abbiamo già attivato una procedura di reclutamento di specializzazione, nel senso che abbiamo la necessità di avere insegnanti preparati per questo. Nei prossimi anni ne avremo 40 mila nuovi”

Requisiti di accesso

Se la legge di Bilancio verrà approvata in tempo e senza modifiche, potrebbero accedere ai corsi di sostegno i docenti in possesso di

  • abilitazione specifica all’insegnamento
  •  laurea più 24 CFU in discipline antro-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche, con riferimento con riferimento alle procedure distinte per la secondaria di primo o secondo grado.

Rispetto al passato, dunque, sarebbe possibile accedere ai corsi di sostegno con la sola laurea e i 24 CFU, oltre che con l’abilitazione.

Quanti posti per i corsi di sostegno

Il Ministro Bussetti ha recentemente dichiarato “Avvieremo anche tre cicli di formazione specialistica per 40 mila posti di insegnante di sostegno, 14 mila per il 2019 e gli altri in tre anni: cerchiamo di porre fine ai problemi per i ragazzi disabili”

Mancano Presidi, maestre e docenti di sostegno: scuole Veneto in difficoltà

Versione stampabile
anief
soloformazione