Corsi ad indirizzo musicale secondaria I grado: nulla di invariato per 2015/16

di Lalla
ipsef

Il SAB ci comunica che il Miur ha diramato ai Direttori degli USR un chiarimento sulla costituzione dei corsi delle scuole secondarie di I grado ad indirizzo musicale.

Il SAB ci comunica che il Miur ha diramato ai Direttori degli USR un chiarimento sulla costituzione dei corsi delle scuole secondarie di I grado ad indirizzo musicale.

Con nota del 18 febbraio 2015 infatti la Direzione Generale del Miur chiariva, in risposta ad un quesito dell'USR Piemonte, che le classi di scuola secondaria di I grado ad indirizzo musicale devono essere costituite esclusivamente da alunni che hanno superato la prova attitudinale e che pertanto la prassi di distribuire tali alunni tra più classi ordinarie non è conforme alle normative. La nota

Decisi gli interventi dei sindacati, in particolare della UIL e del SAB.

La UIL riteneva che la nota emanata dalla Direzione Generale dovesse essere rettificata ed adeguata ai bisogni dell'utenza anche in considerazione del fatto che, ad esami attitudinali già effettuati, porterebbe a ricadute e ripercussioni negative anche nei confronti delle famiglie.

Il SAB ne chiedeva il ritiro.

Adesso decisivo e chiarificatore nuovo intervento del Miur, che precisa "tale nota, intervenuta successivamente alla chiusura delle iscrizioni, non può interferire con la programmazione dell'offerta formativa già presentata alle famiglie per l'a.s. 2015/16.

Pertanto, nelle more dell'emanazione delle istruzioni per l'a.s. 2016/17, verrà realizzato a breve un monitoraggio nazionale sul funzionamento e sull'organizzazione didattica dei corsi ad indirizzo musicale delle scuole secondarie di I grado, finalizzato alla realizzazione di una gestione più possibile unitaria, pur nel rispetto delle competenze delle singole autonomie scolastiche.

La nota

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione