Coronavirus, Vacca (M5S): Lega cade in contraddizione su esami privatisti e concorsi

di redazione

item-thumbnail

“Oggi alla presenza della ministra Azzolina in commissione Cultura alla Camera, gli esponenti della Lega hanno dato il peggio di sé, confermando che il loro unico obiettivo è la propaganda e non certo il bene della scuola Italiana.

Prima hanno sostenuto che non si possono fare i concorsi a causa della pandemia, mentre nelle stesse ore un loro sindaco intende riaprire le scuole a Borgosesia, nel vercellese. Come a dire che la salute dei bambini conti meno di quella degli adulti, perché i primi possono tornare in classe subito e gli aspiranti insegnanti sarebbero a rischio svolgendo un concorso in tutta sicurezza tra qualche mese.

Stesso discorso poi per la loro richiesta di far svolgere gli esami di maturità in presenza ai privatisti. Perché se è sicuro per loro fare gli esami a giugno non è altrettanto sicuro per altri partecipare ai concorsi più avanti? I deputati leghisti facciano pace con loro stessi e lascino operare chi lavora sodo per il bene della scuola e non per guadagnare like sui social”.

Così Gianluca Vacca, capogruppo del MoVimento 5 Stelle in commissione Cultura alla Camera.

Versione stampabile
Argomenti:

soloformazione