Coronavirus, scuole chiuse AGGIORNAMENTO: stop anche a Cremona. Tutte le scuole chiuse in Lombardia, Emilia Romagna e Veneto. Faq virus

di redazione

item-thumbnail

Sono 6 i casi di contagio che si concentrano in Lombardia per quel che riguarda l’emergenza Coronavirus. Elenco delle scuole in aggiornamento che hanno sospeso le attività didattiche.

Stop a concorsi

Il decreto legge varato dal Consiglio dei Ministri il 22 febbraio per l’introduzione di misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019 parla anche di sospensione dei concorsi.  Chiarimenti per concorsi a cattedra e TFA sostegno

Stop a gite e viaggi istruzione

Incontro al Consiglio dei Ministri sabato 22. Prese 19 misure contro Coronavirus, tra le quali lo stop alle gite scolastiche. Info

Stop al carnevale di Venezia e chiuse anche le scuole in Veneto

A darne notizia l’Agi

“Sono arrivate indicazioni abbastanza chiare di blindare completamente Vò Euganeo sia in entrata che in uscita, quindi non potrà uscire nessuno e la zona sarà completamente isolata”. Lo ha detto Marcello Bano, vicepresidente della Provincia di Padova

Stop Università Genova

L’Università di Genova “ha deciso cautelativamente di sospendere per una settimana ogni attività didattica (lezioni e esami) a partire da domani, lunedì 24 febbraio”. A dirlo il rettore dell’Ateneo.

Stop Università Piemonte

Per una settimana sono sospese le attività didattiche (lezioni ed esami) nelle Università piemontesi, salvo nuove indicazioni. Sospesi anche dalle ore 24 i servizi di Edisu.

Scuole chiuse in tutta la Lombardia

Emanata ordinanza della Regione con la quale si chiudono tutte le scuole della Lombardia. Info

LOMBARDIA

Cremona, ordinanza chiusura scuole

Il Sindaco del Comune di Codogno ha ordinato la sospensione delle lezioni in diverse scuole ricadenti nel Comune.

Il sindaco di Casalpusterlengo ha disposto la sospensione di scuole e asili nido dal 22 al 25 febbraio. L’ ordinanza

Il sindaco di Castiglione D’Adda ha disposto la sospensione delle lezioni fino al 25 febbraio

Il sindaco di Somaglia ha disposto la chiusura delle attività didattiche

Fombio, Maleo, Somaglia, Bertonico, Terranova dei Passerini, Castelgerundo e San Fiorano.

PIACENZA

Piacenza città e in provincia, secondo quanto riporta il Corriere.it

PADOVA

Vò Euganeo

Faq sul coronavirus dall’Istituto Superiore di Sanità    

Scuole e Coronavirus, cosa bisogna fare per limitare il contagio? Presidi in attesa di istruzioni

Assessore Gallera “restate a casa”

Nel frattempo, l’assessore Gallera ha invitato i residenti di Codogno e Castiglione d’Adda a: “restate a casa”. “Si invitano – scrive in un comunicato – tutti i cittadini di Castiglione d’Adda e di Codogno, a scopo precauzionale, a rimanere in ambito domiciliare e ad evitare contatti sociali. Per coloro che riscontrino sintomi influenzali o problemi respiratori l’indicazione perentoria è di non recarsi in pronto soccorso ma di contattare direttamente il numero 112 che valuterà ogni singola situazione e attiverà percorsi specifici per il trasporto nelle strutture sanitarie preposte oppure ad eseguire eventualmente i test necessari a domicilio. È attiva da ieri sera una task force regionale che sta operando in stretto contatto con il Ministero della Salute e con la Protezione Civile. La maggior parte dei contatti delle persone risultate positive al Coronavirus è stata individuata e sottoposta agli accertamenti e alle misure necessarie”.

Ordinanza firmata dal ministro della Salute, Roberto Speranza, e dal presidente della Regione Attilio Fontana

È resa obbligatoria la:

1) Sospensione di tutte le manifestazioni pubbliche, di qualsiasi natura, comprese le cerimonie religiose.

2) Sospensione di tutte le attività commerciali, ad esclusione di quelle di pubblica utilità e dei servizi essenziali di cui agli articoli 1 e 2 della legge 12 giugno 1990, n.146, fatto salvo quanto disposto nei punti successivi;

3) Sospensione delle attività lavorative per le imprese dei comuni sopraindicati, ad esclusione di quelle che erogano servizi essenziali tra cui la zootecnia, e di quelle che possono essere svolte al proprio domicilio (quali, ad esempio, quelle svolte in telelavoro).

4) Sospensione dello svolgimento delle attività lavorative per i lavoratori residenti nei comuni sopraindicati, anche al di fuori dell’area indicata, ad esclusione di quelli che operano nei servizi essenziali.

5) Sospensione della partecipazione ad attività ludiche e sportive per i cittadini residenti nei predetti comuni indipendentemente dal luogo di svolgimento della manifestazione.

6) Sospensione dei servizi educativi dell’infanzia e delle scuole di ogni ordine e grado nei comuni sopraindicati.

7) Sospensione della frequenza delle attività scolastiche e dei servizi educativi da parte della popolazione residente nei comuni sopracitati, con l’esclusione della frequenza dei corsi telematici universitari.

8) Interdizione delle fermate dei mezzi pubblici nei comuni sopra indicati.

Versione stampabile
Argomenti:

soloformazione