Coronavirus: torna l’incubo chiusura delle scuole, ma sarà selettiva. Pronti per la DAD. Nuovo DPCM

Stampa

Salgono i contagi, in arrivo nuove misure per far fronte all’emergenza sanitaria. Trapela già qualche anticipazione sulle misure che saranno contenute nel nuovo DPCM che sarà emanato nelle prossime 24 ore. Ieri al Consiglio dei Ministri incontro per determinarne i contenuti.

Mascherine anche all’aperto

Sarà estesa a tutto il paese, obbligo se si è in compagnia. Si potrà evitare solo in luoghi isolati, dove c’è garanzia del metro di distanza, se si va in giro su scooter, bici o auto. Non dovrebbero esserci cambiamenti per quanto riguarda la scuola, dove la mascherina resta obbligatoria negli spazi comuni e in classe laddove non si possa mantenere il metro di distanza.

Divieto di assembramento

In arrivo misure per evitare le aggregazioni occasionali nelle ore serali e fine settimane. La cosiddetta “movida” sarà regolamentata. Già in Campania sono state adottate misure per l’orario di chiusura dei locali, inclusi bar e ristoranti.

Chiusure selettive, incluse le scuole

Ieri al CdM si è discusso anche della possibilità di chiusura selettiva di città, paesi, quartieri per arginare l’eventuale diffusione del contagio. La chiusura selettiva riguarderà anche Università e scuole che dovranno organizzarsi attraverso la didattica a distanza.

Situazione contagi nelle scuole

Per quanto riguarda la scuola, ieri il Ministro Azzolina ha fornito i dati del contagio, definendo la situazione sotto controllo. Infatti, i contagiati che hanno coinvolto gli studenti sarebbero 1492 studenti, 349 quelli dei docenti e 116 i casi tra il personale Ata. Si tratta di percentuali non elevate 0,047 per cento dei docenti, mentre per gli studenti la percentuale è dello 0,021. Il  personale Ata coinvolto è dello 0,059%.

Dati non allarmanti, ma non bisogna abbassare la guardia. Infatti, il Ministro ha invitato tutti alla prudenza, elogiando il lavoro delle scuole per organizzare la sicurezza sanitaria, ma chiedendo di stare molto attenti al di fuori delle mura scolastiche.

Se le chiusure selettive passeranno nel nuovo DPCM, le scuole comunque saranno coinvolte, in quanto rientranti in quel determinato ambito geografico soggetto al lockdown. Bisognerà quindi attivare la didattica a distanza per garantire le attività didattiche agli studenti.

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia