Coronavirus, testo del decreto legge 25 marzo. Sospensione scuola sino a quando non ci sarà sicurezza

di redazione

item-thumbnail

Coronavirus, pubblicato il decreto legge n. 19 del 25 marzo 2020, recante misure  urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19.

Il testo del decreto

Adozione misure restrittive

Al fine di contenere e contrastare i rischi sanitari derivanti dalla
diffusione del COVID-19, l’articolo 1/1 del decreto prevede la possibilità, su specifiche parti oppure su tutto il territorio nazionale, di adottare una o più misure tra quelle indicate nel comma 2.

Le succitate misure vanno applicate per periodi predeterminati, ciascuno di durata non superiore a trenta giorni, ripetibili e modificabili anche più volte fino al 31 luglio 2020, termine dello stato di emergenza dichiarato con delibera del Consiglio dei ministri del 31 gennaio 2020.

Le misure restrittive possono essere modulate in aumento o in diminuzione secondo l’andamento epidemiologico del predetto virus.

Le misure

Riportiamo alcune misure previste nel succitato comma 2:

a) limitazione della circolazione delle persone, anche prevedendo
limitazioni alla possibilita’ di allontanarsi dalla propria residenza, domicilio o dimora se non per spostamenti individuali limitati nel tempo e nello spazio o motivati da esigenze lavorative, da situazioni di necessita’ o urgenza, da motivi di salute o da altre specifiche ragioni;

b) chiusura al pubblico di strade urbane, parchi, aree gioco, ville e giardini pubblici o altri spazi pubblici;

c) limitazioni o divieto di allontanamento e di ingresso in territori comunali, provinciali o regionali, nonche’ rispetto al territorio nazionale;

Abolizione decreto legge  n. 6/2020

Il decreto del 25 marzo, entrato in vigore il 26 marzo, abolisce quello del 23 febbraio 2020, n. 6, convertito, con modificazioni, dalla legge 5 marzo 2020, n. 13, ad eccezione degli articoli 3, comma 6-bis, e 4.

Scuola

Le attività didattiche al momento restano sospese sino al prossimo 3 aprile, tuttavia si attende una proroga di tale termine, che sarà stabilito di comune accordo con le autorità sanitarie, come affermato anche dalla Ministra Azzolina.

Ritorno a scuola? Azzolina, solo quando ci sarà sicurezza

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione