Coronavirus: studenti tutti ammessi a classe successiva, ma insufficienze si recuperano a settembre. NUOVA BOZZA CONFERMA

di redazione

item-thumbnail

Anche la nuova bozza di testo del Decreto che probabilmente domani sarà emanato dal Consiglio dei Ministri prevede degli interventi sulla promozione degli studenti con delle specifiche deroghe.

In particolare, nel testo si legge che sarà derogato l’articolo 1 comma 3 lettera a del decreto del Presidente della Repubblica del 22 giugno 2009, n 122.

In esso, è contenuto il seguente passaggio:  “Sono  ammessi  alla classe successiva gli alunni che in sede di scrutinio  finale conseguono un voto di comportamento non inferiore a sei  decimi  e, ai sensi dell’articolo 193, comma 1, secondo periodo, del  testo  unico  di cui al decreto legislativo n. 297 del 1994, una votazione  non inferiore a sei decimi in ciascuna disciplina o gruppo di  discipline  valutate  con l’attribuzione di un unico voto secondo l’ordinamento  vigente.  La  valutazione finale degli apprendimenti e del comportamento dell’alunno e’ riferita a ciascun anno scolastico.

Si tratta di una opzione che potrà essere attivata, secondo quanto previsto dalla bozza, sulla base del rientro o meno degli studenti a scuola. Tutto dipenderà dall’evolversi dell’emergenza sanitaria. Saranno le ordinanze del Ministero a dare indicazioni più chiare.

La deroga tiene conto anche tenuto conto del possibile recupero degli apprendimenti che sarà attivato dal 1 di settembre 2020.

Scarica la nuova bozza

Versione stampabile
Argomenti:

soloformazione