Coronavirus, Speranza: “Il rischio zero non esiste, ma vedo la luce in fondo al tunnel”

“Io vedo la luce in fondo al tunnel, penso che da qui a un po’ di mesi avremo notizie incoraggianti dal mondo scientifico, ma in questi mesi dobbiamo resistere. I comportamenti di ciascuno sono davvero fondamentali”.

Così il ministro della Salute, Roberto Speranza, a margine di un incontro a Bari.

“Alle persone – dice – dobbiamo dirlo con la massima serenità: non siamo in una fase di rischio zero, il rischio zero non esiste e chi pensa che possiamo avere rischio zero, vuole in qualche modo tergiversare e dirci qualcosa che non è nella verità. Qui si tratta di abbassare il più possibile il rischio. Ricordate sempre che la chiave essenziale sono i comportamenti delle persone”.

E ancora: “Regioni e Stato devono lavorare insieme. Io insisterò sempre su questo punto: di fronte ad un’epidemia e ad una crisi ci si può chiudere in una stanza e discutere anche per 10 ore, come anche abbiamo fatto, ma poi le istituzioni devono marciare tutte nella stessa direzione”.

“La partita del covid – ha ricordato il ministro – non è chiusa. Come abbiamo detto più volte, siamo fuori dalla tempesta e la tempesta c’è stata nei mesi più difficili di febbraio, marzo e aprile, ma non siamo ancora in un porto sicuro. Lo saremo soltanto quando avremo un vaccino sicuro per tutti e quando avremo delle cure efficaci capaci di rispondere in maniera definitiva a questo problema. Fino ad allora, penso che sia corretto tenere altissimo livello di attenzione, continuare a rispettare le regole fondamentali: il distanziamento di un metro, l’utilizzo delle mascherine, il lavaggio delle mani e poi intervenire qualora ce ne sia bisogno, in tutte le occasioni possibili”. 

Infine: “Al momento nessuna decisione è stata assunta. Ne discuteremo nel comitato tecnico scientifico, ci confronteremo anche con gli altri Paesi europei sulla base di questo orientamento faremo la nostra scelta finale. Si consideri che in questo momento l’indicazione dell’Oms è e resta quella dei 14 giorni”.

Preparazione concorsi, TFA e punteggio in graduatoria con CFIScuola!