Coronavirus, risoluzione della maggioranza al Senato: “Concreto rischio del peggioramento dell’epidemia”

Stampa

“Lo stato di emergenza non si è ancora concluso”, un “eventuale allentamento delle misure renderebbe concreto il rischio di un rapido peggioramento epidemiologico” ed è “necessario mantenere una elevata consapevolezza nella popolazione circa il peggioramento della situazione”.

Quindi, è “necessario procedere alla regolamentazione della nuova fase successiva al 7 ottobre 2020″.

Questo è quanto si legge nel testo della risoluzione di maggioranza presentata  al Senato dopo le comunicazioni del ministro della Salute Roberto Speranza sull’emergenza Covid-19.

Con la risoluzione il Senato impegna il governo a prorogare lo stato di emergenza al 31 gennaio, a imporre l’obbligo dell’uso della mascherina all’aperto e a verificare, sulla base dell’andamento dei dati epidemiologici, di “individuare ulteriori misure di prevenzione” in caso di crescita dei contagi “in linea con gli indirizzi che il Parlamento riterrà di formulare”.

Con 138 voti favorevoli, 2 contrari e 12 astenuti, il Senato ha approvato la risoluzione di maggioranza che impegna il governo a prorogare lo stato di emergenza fino al 31 gennaio 2021.

Stampa

Preparazione concorsi e TFA Sostegno con CFIScuola!