Coronavirus, Ricciardi: “Dati peggiorati a Napoli, ci vorrebbe un lockdown”

Stampa

La fascia gialla “è una fascia comunque pericolosa. Faccio l’esempio di Napoli, che è all’interno di una regione gialla, la Campania”.

“Io già due o tre settimane fa avevo detto che andava chiusa, l’area metropolitana di Napoli è un’area a rischio. Se sono rimasto dell’idea che ci vorrebbe un lockdown a Napoli? Si, perché i dati sono addirittura peggiorati, qualche governatore dice che i dati sono di dieci giorni fa, ma i dati sono tutti peggiorati”.

Lo dice Walter Ricciardi, consulente del ministro della Salute, Roberto Speranza.

E ancora: “Io spero veramente di no“, che i nuovi dati in arrivo sui contagi da coronavirus non porteranno altre regioni a diventare rosse, da gialle o arancioni che sono.  “Però credo che qualche area metropolitana probabilmente potrebbe diventare rossa. Non l’intera regione, ma qualche specifica area metropolitana”. 

L’esperto si riferisce “in questo momento soprattutto all’area di Napoli”. Ma non solo: “Non ricordo a memoria, ma c’è qualche area che è più preoccupante” di altre. “E’ nella potestà delle Regioni farlo”, ossia decidere restrizioni localmente più severe, e “il Governo sicuramente avallerà”.

Sul Natale: “Sconsiglierei di fare cenoni, incontri troppo affollati, perché di fatto la circolazione del virus sarà minore, ma ancora  presente. E quindi dovremo fare celebrazioni sobrie e attente”. La situazione sarà “un po’ diversa da Pasqua scorsa, quando eravamo in lockdown totale”, ha aggiunto.

Coronavirus, De Luca: “Avrei chiuso tutto per un mese” [DIRETTA VIDEO]

Stampa

Preparazione concorsi e TFA Sostegno con CFIScuola!