Coronavirus, Rezza: “L’uso corretto della mascherina riduce del 70-80% la trasmissione del virus”

Stampa

“L’uso generalizzato delle mascherine, chirurgiche, o le mascherine di comunità, è stato molto criticato all’inizio dell’epidemia, l’Oms stesso non prevedeva l’uso di queste mascherine di comunità, dopodiché invece è stato sempre più accettato e adesso si pensa che un uso generalizzato delle mascherine possa ridurre del 70-80% la trasmissione dell’infezione”.

Così il direttore generale per la Prevenzione del ministero della Salute, Giovanni Rezza, durante il suo intervento all’edizione digitale del Festival della Scienza Medica di Bologna.

“Le mascherine chirurgiche o quelle di comunità non proteggono voi stessi ma gli altri – ha aggiunto Rezza – per questo dobbiamo usarle tutti, per essere protetti ed avere un rischio minore di contrarre l’infezione. L’uso delle mascherine in luogo pubblico è oramai una delle prime raccomandazioni che si danno”.

E ancora: “Sappiamo quanto il lockdown abbia pesato sull’economia del Paese e dei singoli e siamo consci delle ricadute psicologiche, ma la verità è che a compromettere l’economia è il virus, non il lockdown. Lo abbiamo visto con le riaperture delle attività ricreative, che hanno determinato ad esempio i focolai di quest’estate in una regione come la Sardegna che era rimasta pressoché immune dai contagi”. 

Infine: “Ora vediamo un piccolo picco di casi che stanno ricrescendo, una situazione migliore dei Paesi vicini, ma che comincia in qualche misura ad essere un segnale d’allarme”.

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia