Coronavirus, prolungamento stop attività didattiche. Verso 30 giorni di chiusura, a dirlo IlGiornale. Sapremo questa settimana, il punto

WhatsApp
Telegram

Cosa succederà è ancora presto per dirlo, sappiamo che gli esperti hanno più volte sostenuto che solo 10 giorni di chiusura delle scuole non è sufficiente per fermare il contagio.

Cosa dicono gli esperti

I consulenti del Ministro della Salute, tra cui Walter Ricciardi, insistono, stop ad attività didattica deve continuare. Non si tratta di una novità e già altri membri del Governo avevano dato per possibile un prolungamento del fermo. Lo stesso Conte e la De Micheli.

La Gismondo, direttrice di Microbiologia dell’ospedale Sacco di Milano, non ha dubbi “l’unica arma che abbiamo è il contenimento”

Brusaferro, dell’istituto Superiore della Sanità ieri ha annunciato: “Impossibile prevedere quando ci sarà il picco”. L’emergenza è ancora di là da aver mostrato la sua portata, anche se “la crescita ridotta nelle vecchie zone rosse, come Vo’ o Casalpusterlengo — ha aggiunto — conferma che il sistema di contenimento ha funzionato. In alcune zone della Lombardia e in altre provincie c’è stata invece una crescita di nuovi casi e le nuove misure sono state adottate per questo”

Insomma, non ci sarebbero le condizioni per far ripartire le scuole, soprattutto nelle aree dichiarate “zona arancione”.

Indicazioni ministeriali

Intanto, il Ministero ha emanato nuove linee guida che da un lato impediscono le riunioni a scuola (tranne per esigenze strettamente connesse all’e-learning) fino al 3 di aprile, anche in quelle zone del paese in cui è prevista la riapertura (al momento) giorno 15 di marzo.

Dall’altro, nella nota, vengono date indicazioni stringenti e precise sull’attività di didattica a distanza. Un vero e proprio impianto didattico che va ben oltre una emergenza di una settimana. Insomma, pare ci stiamo preparando ad un lungo tour de force davanti ai PC e tablet per arginare il colpo educativo che i nostri studenti subiranno.

Per quanto riguarda i collaboratori scolastici, nella nota ministeriale, se ne chiede un utilizzo minimo, per mantenere i servizi essenziali, mentre per le segreteria si punta al lavoro agile.

Tutte misure che lasciano presagire lunghi tempi di stop.

Stop per un altro mese?

Ipotesi, come lo stesso presidente dell’ISS afferma, non se ne possono ancora fare. Ci prova il Giornale che parla di ben altri 30 giorni di stop alle attività didattiche in presenza. Una mera ipotesi, che non è da escludere, ma bisognerà attendere i prossimi giorni per avere contezza di quanto accadrà.

Coronavirus, didattica a distanza nota Ministero: non solo trasmissione contenuti, organizzare contatti a distanza. Come valutare studenti

Coronavirus: nuove indicazioni Ministero su didattica a distanza, nomina supplenti, contingenti minimi collaboratori scolastici

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito