Coronavirus, programmi ridotti a scuola. E i test di ingresso all’Università?

di redazione

item-thumbnail

Il Ministero dell’Università si sta preparando ad organizzare via internet i test d’ingresso ai corsi universitari per far partire il prossimo anno accademico.

Il Corriere della Sera ha intervistato il ministro Manfredi che ha confermato la data del 1° settembre per il test Medicina e del 2 settembre per quello di Veterinaria.

I quesiti delle prove d’ingresso, spiega il ministro, misureranno le competenze generali dei ragazzi, il consiglio è di studiare anche in relazione alla facoltà che si intende scegliere.

Riguardo all’orientamento gli atenei si stanno organizzando per effettuarlo on line sui loro siti.

Circa il 90% dell’offerta formativa è garantita dalle università italiane, esami e sedute di laurea si stanno svolgendo a distanza.

“Nel decreto Cura Italia abbiamo previsto la proroga dell’anno accademico: vuol dire che, considerando gli eventuali ritardi dovuti alla situazione, gli studenti avranno più tempo per rispettare le varie scadenze, ad esempio per laurearsi più tardi senza pagare altre tasse. Abbiamo spostato in avanti, a partire dal 30 maggio, anche il pagamento delle ultime rate. E poi valuteremo nuove misure di sostegno allo studio, man mano che la situazione evolverà”, ha affermato infine il ministro Manfredi.

Versione stampabile
Argomenti:

soloformazione