Coronavirus, primi casi accertati in Italia. Presidi: norme chiare per alunni di rientro dalla Cina

Stampa

Primi casi di Coronavirus accertati in Italia, lo ha reso noto ieri sera il Premier Conte. Il presidente dell’Anp Lazio Mario Rusconi chiede intanto norme chiare per le scuole.

Le scuole – ha detto Rusconi qualche giorno fa all’Ansa – hanno bisogno di indicazioni su come comportarsi nei confronti degli studenti che sono stati in Cina e stanno rientrando in questi giorni in Italia. Ricevo continuamente richieste da parte di dirigenti scolastici che mi pongono questa domanda: serve applicare dei protocolli particolari di prevenzione visto il proliferare del Coronavirus in Cina?“.

Alcuni potrebbero richiedere un certificato medico, altri arrivare a mettere in quarantena lo studente dilazionarne l’ingresso a scuola dopo 10 giorni dal rientro in Italia” ha aggiunto Rusconi.

L’ANP sul proprio sito ha pubblicato oggi la circolare del Ministero dell’interno, Dipartimento dei vigili del fuoco, con le raccomandazioni di natura precauzionale a tutela della salute.

E ieri sera, durante una conferenza stampa il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha fatto sapere che in Italia sono stati accertati due casi. Si tratta di una coppia di cinesi in viaggio nella Penisola da circa una settimana.

A seguito dello stato d’emergenza dichiarato in relazione al rischio sanitario per il coronavirus, il Premier Conte presiederà oggi il Comitato Operativo della Protezione Civile, convocato dal Capo del Dipartimento, Angelo Borrelli. Sarà presente anche il Ministro della Salute, Roberto Speranza.

Il tavolo si riunirà alle ore 17.00, presso la sede del Dipartimento, al fine di assicurare il coordinamento degli interventi delle componenti e delle strutture operative del Servizio Nazionale della protezione civile.

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia