Coronavirus, Preside quartiere Zen: nessuno ha il pc, mandiamo compiti via WhatsApp

WhatsApp
Telegram

Daniela Lo Verde, dirigente dell’istituto comprensivo Giovanni Falcone del quartiere Zen 2, zona periferica di Palermo ad alto rischio criminalità, in un’intervista a Repubblica.

Un quartiere dove le difficoltà sono più evidenti, e dove il tasso di dispersione scolastica è molto alto. Un alto numero di studenti ha “bisogni educativi speciali”, alcuni hanno i genitori in carcere, una zona in cui la scuola riveste ancora di più un ruolo centrale per la crescita dei ragazzi.

Per me è una sofferenza non vederli nei corridoi. Una sofferenza fisica” afferma la dirigente, che spiega come non sia possibile comunicare con tutti.

La dispersione scolastica esiste anche a distanza. Le famiglie che seguono i figli a scuola sono presenti anche adesso. Noi cerchiamo di comunicare con loro il più possibile. Ma nessuno ha il computer. Non hanno queste possibilità. Quindi cerchiamo di fare videochiamate, di mandare compiti e video attraverso WhatsApp” racconta la preside. “Molti fanno una vita completamente sregolata: ci mandano i compiti che abbiamo assegnato anche alle 2 o alle 3 di notte. Poi dormono di giorno” sottolinea Lo Verde.

 

WhatsApp
Telegram

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso Orizzonte Scuola: aggiunte nuove simulazioni di prova orale da scaricare. Simulatore EDISES per la prova scritta. Solo 150 EURO