Coronavirus, preside alla ministra: “Non parli di esame ‘serio’ in una situazione così difficile come questa”

Maria Paola Murru, preside del liceo salesiano Maria Ausiliatrice di Roma, è stata intervistata dall’AGI su come la scuola stia affrontando l’emergenza.

Nella sua intervista, la preside ha parlato di esame di stato e dell’ansia avvertita in maniera particolare dagli studenti. Su questo argomento ha inviato una lettera alla ministra Azzolina, in cui ha contestato i criteri di “severità” suggeriti.

La Murru chiede che si permetta alle scuole di valutare i ragazzi sulle base delle competenze “trasversali” che hanno acquisito nei 5 anni di studio.

“Quando lei dice di voler assicurare un esame serio ai nostri ragazzi dell’ultimo anno – argomenta la preside nella sua missiva – io faccio davvero fatica a capire per serio che cosa si possa intendere. I nostri ragazzi vivono da un mese una situazione di estrema serietà, chiusi in casa a condividere con i loro cari ansie, paure, perdita di lavoro, malattie di parenti, amici e magari le loro stesse malattie e ancora i rischi o addirittura i numerosi lutti senza neppure avere la possibilità di un saluto. Mi chiedo cara ministra cosa possa essere più serio di tutto ciò”, ha scritto il DS.

Docenti neoassunti, formazione su didattica digitale integrata. Affidati ad Eurosofia per acquisire le competenze richieste