Coronavirus, pochi bambini malati. Danni più da chiusura scuole, “se mandiamo gli adulti allo stadio …”

Stampa
Bambini

L’ADNKRONOS ha interrogato ben 18 esperti per parlare di Covid e di bambini. Non ci sono ormai dubbi sul fatto che i bambini si ammalino pochissimo.

A confermarlo, ad esempio, Bruce Beutler, immunologo e genetista americano, premio Nobel per la Medicina 2011: “la maggior parte deibambini è effettivamente colpita in modo lieve”, anche se conferma che “possono trasmettere la malattia ad altri”.

Guido Silvestri, docente negli Usa alla Emory University di Atlanta, conferma che i bambini siano poco colpiti dalla malattia severa. E, afferma, secondo molti degli esperti interrogati, i bambini stanno soffrendo più per i danni delle “chiusure”, che rappresenta un punto su cui riflettere”

“Rispetto per esempio alla riapertura delle scuole – osserva Andrea Crisanti, direttore del Dipartimento di medicina molecolare dell’università di Padova e direttore dell’Unità operativa complessa di microbiologia e virologia dell’azienda ospedaliera patavina – io credo che bisogna essere realistici: se mandiamo gli adulti allo stadio non capisco perché non possiamo mandare i bambini a scuola”.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur