Coronavirus, Personale ATA in servizio nelle scuole non tutelato da nessuno. Lettera

Stampa
ex

inviata da Emilio Cavallaro – Ancora una volta il personale ATA non viene tutelato da parte dello stato infatti il personale ATA in servizio nelle zone colpite dal coronavirus viene mandato in servizio senza prodotti adeguati e senza protezioni.

parlo da collaboratore scolastico di un paesino in provincia di Torino e mi sento tradito da uno stato che non ci tutela facendoci andare a lavorare a rischio di ammalarci, ci sottopaga infatti per circa 1000 euro al mese che per chi è fuori sede non gli bastano nemmeno per arrivare a metà mese, ci obbliga in questo caso di emergenza a fungere da ditte sanificatrici senza prodotti e senza protezioni,

durante il normale svolgimento delle attività didattiche invece fungiamo da infermieri con i bimbi che arrivano in continuazione tra febbre, sangue dal naso e tagli vari..

da guardiani perché guai ad abbandonare la porta d’ingresso perché se succede qualcosa siamo noi responsabili siamo in sottoorganico e delle volte un solo collaboratore si trova su due piani con 300 bambini,

da edicolanti perché in alcuni istituti facciamo un mare di fotocopie…

E tutte queste responsabilità per 1000 euro al mese e nessuno apprezza il nostro impegno e il nostro lavoro..

in questa situazione particolare che stiamo vivendo in questi giorni nessun sindacato a parte la feder ATA è sceso in nostra difesa ministri e presidenti fanno finta che siamo ditte dell’ASL e che possiamo affrontare l’emergenza da soli..

ahimè questa è l’Italia di oggi nessun partito politico è capace di accontentare il popolo anzi vanno tutti verso uno scopo comune controllarci e schiavizzarci e nessun sindacato ha il reale compito di proteggere i lavoratori ma bensì di trarre solo profitto insieme a tutto il sistema!!!

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur