Coronavirus, didattica a distanza: la maestra ogni sera invia su WhatsApp un video per gli alunni

Così fa lezione online la maestra di una scuola primaria a sud di Milano: ogni sera un video per i suoi alunni anche per chi ha dei problemi di apprendimento.

Lo faccio per rassicurarli, ascoltare la mia voce li rende più tranquilli in
questa situazione di stress“.

Con la sospensione delle attività didattiche per evitare il diffondersi del contagio da Covid-19, i suoi studenti – alcuni hanno disturbi dell’apprendimento, come dislessia, disgrafia, disortografia e discalculia, nonché disturbi cognitivi, come l’autismo – da diversi giorni sono a casa con genitori e nonni.

Il lavoro è più che raddoppiato – racconta al telefono all’Ansa l’insegnante – da quando è iniziato tutto, sono più le attività extra che quelle ordinarie“.

Ho creato una chat esclusiva con ciascuna famiglia – racconta –
in modo che i miei alunni possano comunicare con me tutte le
volte che vogliono ed esprimere così liberamente le loro emozioni. Mi mandano note audio, video e fotografie“.  Alcuni di questi messaggi la fanno sorridere. “Ho ricevuto una bellissima foto di due caprioli da un bambino che ora è in montagna. Mi ha detto: ‘Questo è quello che vedo dalla mia finestra’“.

La maestra pensa anche alle difficoltà di ogni famiglia. “Ho visto mamme e papà davvero provati, hanno bisogno di aiuto, occuparsi dei loro figli per ventiquattro ore al giorno può essere davvero dura“.

Segui il nuovo ciclo formativo Eurosofia: “Educazione civica, cittadinanza attiva e cultura della sostenibilità a scuola”