Coronavirus, Nencini: non c’è ripartenza se la scuola non occupa il cuore delle priorità

Stampa

“Le scuole chiuse sono una sconfitta per tutti. Allargano la forbice delle diseguaglianze, penalizzano gli studenti più svantaggiati economicamente. Non c’è ripartenza se la scuola non occupa il cuore delle priorità”.

Così il presidente della commissione istruzione e cultura del Senato, Riccardo Nencini.

“Il governo sta lavorando per affrontare con maggiore flessibilità il mese di Dicembre – aggiunge – . È l’occasione perché la riapertura delle scuole abbia diritto primario di cittadinanza. Ma le condizioni da cui muovere devono essere: un adeguato piano dei trasporti; alla riapertura l’organico dev’essere al completo e soprattutto è necessaria una politica unitaria, vigilata dal Governo, che non affidi a ogni regione il potere di fare come le pare e ai TAR il giudizio finale sulle chiusure dei plessi scolastici, come successo in Puglia e in Campania”.

Stampa

Cassetta degli attrezzi per i futuri insegnanti di sostegno. Il 20 agosto il primo incontro in diretta con gli esperti di Eurosofia