Coronavirus, Moige: aiutare famiglie povere e con disabili

Moige – Coronavirus: necessario aiutare le famiglie povere e con disabili, positiva l’idea di eliminare i benefici fiscali per le sigarette a tabacco riscaldato

“In un momento di tale emergenza nazionale, riteniamo doveroso e urgente intervenire per sostenere le famiglie che devono assistere figli, genitori, parenti tra le mura domestiche e senza potersi recare in ospedale.

Sono molte le famiglie che vivono in una situazione drammatica causata da patologie croniche, disabilità, malati non autosufficienti, e che, ancora di più in questo periodo, non possono essere lasciati soli ma aiutati e supportati tra le mura domestiche.

Riteniamo importante la proposta di Cittadinanzattiva, condivisa da parlamentari dei diversi partiti, ancora di più perchè individua la copertura finanziaria per queste misure recuperando oltre 1,2 miliardi dalla riduzione dei benefici fiscali per le sigarette a tabacco riscaldato, che oggi sono agevolate rispetto alle sigarette classiche senza alcuna ragione e spiegazione tecnico-scientifica.

Inoltre, si tratta di una misura ragionevolissima anche per il fatto che il prezzo molto più basso delle sigarette tradizionali incentiva l’accesso dei minori a tali prodotti.

Una recente indagine del Moige (Venduti ai minori) ha infatti rilevato che l’accesso dei minori al fumo non si ferma e nel 63% dei casi i rivenditori non controllano il documento di identità; Stesso copione anche per quanta riguarda il tabacco riscaldato o la sigaretta elettronica, i giovani dichiarano che nel 78% dei casi non è stato chiesto loro un documento prima dell’acquisto e che 3 volte su 4 il rivenditore non si è rifiutato di vendere il prodotto nonostante fossero minorenni”. Ha dichiarato Antonio Affinita, direttore generale del Moige – Movimento Italiano Genitori

Docenti neoassunti, formazione su didattica digitale integrata. Scegli il corso ideato da Eurosofia per acquisire le nuove, indispensabili competenze