Coronavirus, Miozzo (CTS): “Serve il ritorno del medico a scuola, è una figura decisiva”

Stampa

Il coordinatore del Comitato Tecnico Scientifico, Agostino Miozzo, parla a La Repubblica in merito all’evoluzione dell’emergenza coronavirus e di cosa accadrà nei prossimi mesi: “Se le famiglie conoscessero lo scenario estremo che abbiamo prefigurato per la scuola potrebbero avere reazioni irrazionali. Ma questo fa parte del nostro lavoro, prevedere il peggio per evitarlo. La riservatezza aiuta a risolvere i problemi. La nostra scassata scuola è messa meglio di quanto lo fosse la sanità a febbraio. Ce la farà. Alcuni contagi all’interno delle classi sono messi in conto, ma oggi siamo nelle condizioni di isolarli senza bloccare il sistema. Serve il ritorno del medico scolastico. E’ stata una figura decisiva per la crescita del Paese, va ripristinata”.

Leggi anche

Coronavirus, Miozzo (CTS): “Se i contagi crescono, nuovi lockdown. Ritorno alla didattica digitale sarebbe incubo”

Stampa

Il nuovo modello di PEI, Eurosofia avvia un nuovo percorso formativo. Primo incontro il 28 aprile