Coronavirus, Miozzo (CTS): “Non possiamo più perdere tempo, siamo in una fase critica”

Stampa

“Le settimane a venire saranno critiche e delicate. Dobbiamo imparare da quello che abbiamo vissuto. Siamo un Paese capace di fare cose straordinarie, ma dobbiamo essere  responsabili. E imparare a comunicare con i giovani”.

Lo ha detto Agostino Miozzo, coordinatore del Comitato tecnico scientifico (Cts)  durante il webinar “Pandemia di Covid-19 in Italia: riflessione sugli  aspetti epidemiologici, clinici e di Sanità Pubblica”, in corso  all’università Cattolica di Roma.

Miozzo ha ripercorso la storia dell’emergenza, sottolineando che le immagini dalla Cina non hanno allarmato subito la comunità internazionale “e abbiamo perso dei mesi. Qualcosa non ha funzionato”. Ma, in Italia, “siamo stati bravi a gestire il lockdown. Abbiamo avuto una buona reazione. Anche se pagheremo un prezzo in termini di salute mentale, economia, socialità”.

Per quando riguarda la seconda fase, “sapevamo che ci sarebbe stata. Abbiamo avuto tempo per prepararci, mi chiedo se il sistema abbia utilizzato bene il tempo”, ha detto Miozzo. Ma “quando vedo le file ai drive in la risposta è drammaticamente negativa. Non possiamo più  perdere tempo. Stiamo andando in una fase estremamente critiche. Molte decisioni sono state prese. Ma bisogna comunicarle meglio”.

Stampa

Black Friday Eurosofia, un’ampia e varia scelta di corsi d’aggiornamento pratici e di qualità con sconti imperdibili