Coronavirus, liceali preparano soluzione igienizzante per la scuola. Lettera

Stampa
ex

Da alcuni anni il Liceo Francesco Fiorentino di Lamezia Terme si rende protagonista di innumerevoli innovazioni strutturali, didattiche e professionali, grazie all’attivazione di nuovi indirizzi come il Quadriennale e il Biomedico, che stanno dando maggior lustro e soddisfazioni allo storico Liceo Classico.

L’apertura del nuovo Liceo Artistico ha arricchito notevolmente l’offerta formativa attraverso una trasformazione in costante evoluzione dell’intera Istituzione, dimostrando un eccezionale contatto col territorio locale nazionale e persino internazionale.
Una particolare menzione meritano i docenti del Liceo Artistico che quotidianamente favoriscono un approccio dinamico, basato sull’educazione sociale attraverso la didattica dell’arte, mirando all’acquisizione di abilità personali fondamentali per l’apprendimento attivo. L’obbiettivo principale è quello di favorire un percorso di autonomia, tenacia, perseveranza, autostima e creatività, attraverso un contatto cooperativo e di rispetto reciproco.
Proprio in quest’ottica, mentre tutti siamo chiamati ad una cooperazione responsabile a causa dell’emergenza Virus, gli studenti della classe IV A Artistico del Liceo Francesco Fiorentino di Lamezia Terme, sotto la supervisione e il coordinamento dell’insegnante prof.ssa Ilaria Cordì, hanno preparato una soluzione igienizzante per le mani, che verrà messa a disposizione di tutti gli studenti, dei docenti e del personale amministrativo della scuola.
La soluzione è stata prodotta dai ragazzi nel Laboratorio di Chimica del Liceo, seguendo la ricetta messa a disposizione dall’OMS che spiega tutti i passaggi necessari per preparare un disinfettante, considerato uno dei meccanismi precauzionali più importanti per difendersi dal contagio di virus e malattie. Non un documento specifico sul Coronavirus, ma un manuale d’aiuto all’igiene mani anche quotidiana, per evitare di portare a casa batteri ed elementi di potenziale contagio.
Il contenitore può essere di plastica o vetro, mentre la soluzione può essere mescolata con attrezzi di plastica, metallo o legno. Al fine di favorirne la fruizione da parte di tutti, nei prossimi giorni verranno predisposti dei dispenser per tutto l’istituto.
Un plauso è giunto dal dirigente scolastico dottor Nicolantonio Cutuli, che ha appoggiato l’iniziativa lodandone contenuti e finalità.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur