Coronavirus, lezioni sospese: docenti in vacanza o al lavoro? Lettera

WhatsApp
Telegram
ex

inviata da Guido De Angelis – Ho letto con molta inquietudine  l’intervista al segretario generale della UIL scuola, Pino Turi.

Ad una domanda postagli sui possibili scenari che potrebbero aprirsi per salvaguardare questo anno scolastico, il segretario si dice disponibile ad un’eventuale slittamento delle attività didattiche sino a luglio !

Sono circa tre settimane che noi docenti mettiamo in campo tutto il nostro impegno, il nostro grande spirito di solidarietà, le nostre competenze, per cercare di far fronte in qualche modo a questa inaspettata ‘emergenza.

Non di rado, anche dietro minacciosi ordini di servizio imposti dai dirigenti.

Accade così che, tra formazione a distanza e l’immane lavoro per svolgere la didattica a distanza, il monte ore impiegato supera persino quello solito.

Pertanto, caro segretario, le scuole sono si chiuse,  ma il lavoro non si è mai interrotto.

La sua proposta è alquanto irricevibile, e direi poco rispettosa del nostro lavoro.

É mai stato in una classe nel mese di giugno (e non mi soffermo su luglio..) ?

Ha mai pensato come si possa stare in 25 persone, con 30 gradi, in una classe di pochi metri quadri ?

Per favore, siamo seri. La regolarità dell’anno scolastico è già salvaguardata da apposito DPCM..

Coronavirus, Turi (UIL): disposti a far slittare attività didattiche a giugno e luglio. Esame di Stato a settembre

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur