Coronavirus, le linee guida europee in caso di seconda ondata: mai più lockdown

L’Europa si prepara alla seconda, temuta, ondata di coronavirus prevista per l’autunno. La Commissione Europea sta allestedo un piano di interesse generale per evitare un lockdown totale che avrebbe effetti devastanti sull’economia.

In base a quanto segnala La Repubblica, l’UE vuole scongiurare nuovi lockdown a livello nazionale, insostenibili dal punto di vista economico.

Cosa succederà, dunque? I focolai di coronavirus dovranno essere contenuti, aumentando la capacità e la rapidità delle misure di mitigazione locali, come l’isolamento di alcune aree. Servirà, quindi, un massiccio passaggio di informazioni per intervenire tempestivamente.

Ritorno in classe, Miozzo (Cts): linee guida troppo tardi? La scuola è in ritardo di qualche decennio

Lo stop alla circolazione di persone e merci, se necessario, dovrà essere “coordinato” e “temporaneo”. Comunque sia i lavoratori che i beni chiave dovranno poter attraversare i confini.

L’intenzione, per i politici europei, è quella di rimanere vigili usando questo periodo di bassa infezione per rinforzare le difese in casa di nuovi focolai.

La proroga dello stato di emergenza? Indispensabile. Lo dice il ministro dell’Università Manfredi [VIDEO]

TFA Sostegno V ciclo. Affidati ad Eurosofia, materiali didattici sintetici, simulatori delle prove ed un metodo incisivo. Allenati per vincere