Coronavirus, lavoro agile in via ordinaria. Come rendicontarlo

WhatsApp
Telegram

Coronavirus, lavoro agile personale ATA in via ordinaria. Quando svolgerlo e come rendicontarlo

Lavoro agile

Il decreto “cura Italia”, decreto legge n. 8 del 17 marzo 2020, ha dato la possibilità ai dirigenti scolastici di tenere le scuole fisicamente chiuse ma virtualmente aperte, grazie allo svolgimento del lavoro agile. L’apertura fisica va prevista solo in caso di attività indifferibili, come ribadito anche dal Ministero nella nota n. 392/2020.

Coronavirus: organizzare lavoro scuole dopo decreto Cura Italia. Indicazioni Ministero

Le istruzioni scolastiche, leggiamo nella nota summenzionata, devono assicurare i seguenti servizi:

a)  servizi erogabili da remoto mediante ricorso al lavoro agile;
b) servizi erogabili solo in presenza qualora necessari, adottando la necessaria programmazione e rotazione, con l’assunzione di tutte le misure idonee a prevenire il contagio disposte dalle autorità sanitare competenti;
c) corretto svolgimento degli adempimenti amministrativi e contabili

Lavoro agile in via ordinaria

Il personale ATA, laddove le mansioni lo permettano, svolgono il lavoro in modalità agile, che costituisce, per il periodo dell’emergenza epidemiologica, la modalità ordinaria di lavoro, come previsto da decreto legge n. 8/2020.

Rendicontazione

L’Anquap ha pubblicato un modello per rendicontare il lavoro agile svolto dal personale ATA e dal DSGA.

Scarica il modello

WhatsApp
Telegram

Concorso ordinario secondaria: diventerà annuale. Nessuna prova preselettiva. Eurosofia mette a disposizione i propri esperti