Coronavirus, l’AT di Verona apre uno sportello telefonico psicologico

di redazione

item-thumbnail

L’AT di Verona ha pubblicato un comunicato nel quale dà informazioni su un Punto Ascolto telefonico contro lo stress acuto e le fobie eventualmente provocate dal Coronavirus.

“Il Punto Ascolto dell’Ufficio Ambito Territoriale di Verona per le emergenze ed il disagio scolastico, è disponibile in questi giorni per colloqui telefonici riservati per una presa in carico precoce che ha lo scopo di riconoscere – attenuare le reazioni di stress acuto, di orientare le persone a specialisti idonei, di ridurre il rischio di sintomatologie post-traumatiche, fornire indicazioni all’utenza sulla gestione psicologica del problema secondo le raccomandazioni dell’Istituto Superiore di Sanità e l’ordine degli Psicologi.
Si ricorda che l’emergenza “coronavirus” diventa problema oggettivo in relazione a reale vissuto e soggettivo in relazione al vissuto psicologico, alle emozioni paure fobie che suscita nelle diverse persone.
La percezione del rischio che può essere anche distorta e amplificata sino a portare a condizioni di panico che non solo sono quasi sempre del tutto ingiustificate ma aumentano il rischio perché portano a comportamenti a volte meno razionali e non gestibili con una non previsione delle conseguenze …..per contrastare ansie e situazioni stressanti derivanti dalla attuale situazione di emergenza chiamare o scrivere alla Responsabile del servizio dott.ssa Giuliana Guadagnini 3402586576 – [email protected]

Comunicato

Versione stampabile
Argomenti:

soloformazione