Coronavirus, la verità è che si dovrebbe rientrare a scuola solo ad epidemia debellata. Lettera

Stampa
ex

inviata da Marianna Amendola – Molti lamentano che in questa fase di riapertura non si sia considerata la riapertura delle scuole, come in altri paesi europei.

Fermo restando che si hanno già segnalazioni che in alcuni di essi, come ad esempio la Germania, la riapertura di scuole e centri commerciali sta rialzando l’indice di contagiosità.
Io sarei la prima ad auspicare la riapertura delle scuole, ma non certamente in condizioni di rischio.
Sono scettica anche sulla riapertura “differenziata” a settembre. Si parla di classi ridotte per garantire il distanziamento, e questo già sembra un primo problema, superabile supplendo con la didattica a distanza, anche se bisogna vedere come organizzare le due metodologie che, come abbiamo già detto spesso, richiedono una programmazione del tutto differente.
Ma non si è tenuto conto affatto dei docenti: il numero dei docenti presenti a scuola, se pur in classi separate, sarebbe sempre troppo elevato per poter garantire il distanziamento nei luoghi comuni, nei corridoi e, soprattutto, grande pecca di molte scuole italiane, soprattutto al sud, per i servizi igienici.
Inoltre, e il lettori della vostra testata ne sanno qualcosa, gli insegnanti rappresentano la classe lavoratrice italiana col più alto tasso di pendolarismo, addirittura spesso interregionale. Come si potrebbe ovviare al grande afflusso nei mezzi pubblici?
Riflettiamo: si chiede di riaprire almeno le scuole dell’infanzia e le primarie per garantire la possibilità delle famiglie di tornare al lavoro.
Ma questo richiederebbe comunque, a fronte di una minor presenza di bambini,  la necessità di tutto, o quasi tutto il corpo docente , che si sposterà in maggioranza per lunghe distanze e con mezzi pubblici. Come risolvere questo problema? E chi si assumerà la responsabilità di mettere a rischio la salute dei minori?
Mi piange il cuore dover affermare che una riapertura delle scuole sarebbe possibile, in sicurezza, soltanto a pandemia debellata.

Stampa

Preparazione concorsi e TFA Sostegno con CFIScuola!