Coronavirus, la psichiatra: docenti potrebbero avere crisi d’ansia al ritorno a scuola

La psichiatra e psicoanalista Adelia Lucattini ha affermato che ci potrebbe essere la possibilità per i docenti di soffrire di crisi ansioso depressive, con la riapertura a settembre.

I docenti italiani sono tra i più anziani d’Europa secondo l’Ocse, con il 60% al di sopra dei 50 anni nelle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado, contro una media del 34% fra i Paesi sviluppati.

Il motivo potrebbe derivare dalla paura di contrarre il virus a contatto con gli studenti, con cui saranno a contatto tutto il giorno e che dovranno controllare che le norme sanitarie in classe e fuori dalla classe siano seguite da tutti.

Il problema riguarda soprattutto le maestre di scuole primarie e materne, come riporta l’AGI, “che dovranno far rispettare ai più piccoli la distanza di sicurezza e le norme sui dispositivi di protezione: non sarà facile far tenere la mascherina per otto ore e imporre loro di starnutire nel gomito, lavarsi continuamente le mani o non portarle alla bocca, cosa che i bambini fanno continuamente – fa notare l’esperta – Senza contare le difficoltà di gestire la mensa e il fatto che una parte dei giochi e delle attività didattico pedagogiche, compreso il sonnellino pomeridiano, non potranno più essere svolte”.

Docenti neoassunti, formazione su didattica digitale integrata. Scegli il corso ideato da Eurosofia per acquisire le nuove, indispensabili competenze