Coronavirus, Jessen: scusa per gli Italiani per non fare nulla

“Quello che dico potrebbe essere un po’ razzista, e mi toccherà scusarmi, ma non pensate che il coronavirus sia un po’ una scusa? Gli italiani, sappiamo come sono, per loro ogni scusa è buona per chiudere tutto, interrompere il lavoro e fare una lunga siesta”.

E’ il commento che il dottor Christian Jessen, 43enne medico britannico, ha pronunciato durante l’intervista radiofonica alla rete Fubar, secondo quanto riportato  dal quotidiano Independent.

Jessen è uno scrittore e presentatore televisivo, produttore di un documentario intitolato “Cure me, I am gay” (Curatemi, sono gay), su presunte terapie per “curare l’omosessualità”.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia