Coronavirus, Italia Viva presenta emendamento per “passaporto di immunità”

di redazione

item-thumbnail

Italia Viva ha elencato in una nota tutti gli emendamenti al Cura Italia e gli ordini del giorno che impegnano il governo.

Tra le richieste ci sono “test degli anticorpi al tampone per tutti e la possibilità di fare lo screening ovunque: ospedali, strutture pubbliche e private, farmacie e para farmacie, in modo da rilasciare un ‘passaporto di immunità’, per tornare al lavoro”.

“Italia Viva prevede l’indennità aggiuntiva agli operatori sanitari che operano in reparti Covid19 e chiede il kit mascherine e guanti “di Stato “, cioè a norma gratuito e per tutti, prima di tornare al lavoro in tutte le zone del Paese . Agli operatori sanitari oltre a mascherine e guanti vanno garantite visiere, camici, sotto scarpe, tute mono uso, e ai reparti i ventilatori polmonari dove mancano”.

“Si chiede inoltre: la stabilizzazione dei precari della sanità (medici non strutturati, infermieri, partita iva, oss, osa e personale 118), l’aumento dei fondi per la ricerca, l’aumento delle borse per gli specializzandi.

Italia Viva propone la totale esenzione dalla responsabilità civile dei medici ed una onorificenza ai sanitari che hanno perso la vita lavorando nei reparti Covid, con il sostegno alle famiglie che lasciano.

Ulteriori emendamenti riguardano: la riduzione dell’IVA dal 22% al 5% per l’acquisto mascherine e dispositivi di protezione e respiratori”.

Versione stampabile
Argomenti:

soloformazione