Coronavirus, ISTAT: i primi test sierologici saranno effettuati su volontari di 2mila comuni

Stampa

La direttrice centrale dell’Istat Linda Laura Sabbadini ha affermato che le 150mila persone su cui condurre i primi test sieriologici sugli anticorpi del Coronavirus saranno estratte a sorte in “duemila Comuni” italiani.

Le fasce d’età in base alle quali sarà selezionato il campione sono 6:da zero anni a 17, da 18 a 34, da 35 a 49, da 50 a 59, da 60 a 69 e da 70 e più anni.

Nell’ambito della stessa regione si selezionerà in base al sesso, all’età e all’attività economica. Le fasce d’età sono state scelte con il comitato tecnico scientifico.

In pratica, dice Sabbadini a Il Fatto Quotidiano, si tratta di “capire, perché oggi non lo sappiamo, quante persone hanno sviluppato gli anticorpi al Coronavirus anche se non hanno avuto sintomi e non se ne sono accorte. Ricostruendo le loro storie, stimiamo quanti sono gli asintomatici”.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur