Coronavirus, in Svezia scuole aperte e meno casi di coronavirus tra i minori. I dati

L’emergenza coronavirus continua e la mente è rivolta a settembre quando, quadro epidemiologico permettendo, si tornerà in classe. Molti temono una risalita dei contagi considerato anche che i minori torneranno in classe e potrebbero essere dei vettori inconsapevoli del virus. Ecco, però, cosa è accaduto in Svezia con le scuole aperte.

Il dipartimento di salute pubblica svedese ha reso noto i dati sull’incidenza del Covid-19 sui minori. Nella fascia tra 6-15 anni, su una popolazione di 1,2 milioni, si sono registrati 370 casi, mentre nella scuola secondaria (fascia d’età tra 16-19 anni) sono 680. Confrontati con la vicina Finlandia, dove le scuole sono rimaste chiuse, il dato è sorprendente: il Covid-19 ha avuto meno incidenza su Stoccolma e dintorni invece che a Helsinki dove i dati sono peggiori malgrado non ci sia stata attività in presenza.

Lo studio completo (clicca qui)

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia