Coronavirus, parametri più stretti per zona arancione e rossa. Nuove misure dal 7 gennaio: vertice Conte-capidelegazione

WhatsApp
Telegram

Fino al 6 gennaio misure uguali per tutta Italia, “blindata” per le festività natalizie. Ma cosa succede dal 7 gennaio in attesa di un nuovo Dpcm?

Il 7 gennaio si dovrebbe tornare al sistema dei tre colori in base al rischio epidemiologico: zona gialla per il rischio più basso, arancione medio, rossa rischio alto. Si dovrebbe ripartire con l’Italia tutta gialla a meno che non si anticipi la riunione prevista per l’8 gennaio, quando si valuteranno i dati.

Il 15 gennaio potrebbero inoltre essere rivisti i 21 indicatori con i quali si stabiliscono i criteri per le diverse zone. I parametri potrebbero essere più stretti, giacché dal ministero della Salute si sarebbero resi conto che il livello dell’Rt a 1,25 per la fascia arancione e 1,50 per quella rossa possono rivelarsi non totalmente efficaci per limitare il rischio di diffusione del contagio.

Regioni a rischio

A rischiare di passare alla zona arancione sono soprattutto Veneto, Liguria e Calabria, che secondo l’ultimo report Iss hanno superato il valore 1 di Rt. Lo stesso destino potrebbe capitare a Puglia, Basilicata e Lombardia che sono molto vicine a quella soglia.

Covid-19, sei regioni rischiano zona rossa o arancione. Prossima settimana decisiva

Per la scuola non dovrebbe cambiare nulla: tutti in presenza fino alla terza media, al 50% i ragazzi delle superiori dal 7 gennaio in tutta Italia, anche se non mancano i dubbi.

Riapertura scuole 7 gennaio, muro di no. Regioni indietreggiano, “se c’è rischio, si discute e si decide”. Azzolina: “non arretriamo”

Vertice Conte-capidelegazione

La situazione sanitaria e le nuove possibili misure restrittive a partire dal 7 gennaio saranno oggetto del vertice Conte-capidelegazione, allargato a Boccia e Brusaferro, Miozzo, Locatelli.

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito