Coronavirus, il pedagogista: emergenza diventa opportunità

Stampa

Dott. Massimo Luciano Sidoti, Presidente Regionale A.N.PE Sicilia –  Saper gestire le emozioni rende più forti, meno vulnerabili. L’imprevedibilità degli eventi ci permette di sfruttare al massimo le nostre capacità, affrontando il tempo con maggior consapevolezza, riconoscendo le nostre capacità, se noi sappiamo utilizzarlo , siamo capaci di saper fare e di saper essere migliori di quello che siamo stati in passato.

La crescita interiore farà la differenza per un futuro migliore.

Il nostro tempo va gestito nel modo migliore, analizzando il passato, il presente ed il futuro, creando la buona occasione, il momento fatidico, quell’occasione che bisogna essere capaci di cogliere.

In questa banca del tempo che ci viene regalata, si presenta questa opportunità, ci dona il tempo per cogliere l’attimo. La dimensione temporale ci permette di prenderci cura di noi stessi, mente, corpo e anima. Guardando vecchie foto, analizzando i momenti vissuti, recuperando i contatti con vecchi amici, scrivere qualcosa su se stessi.

Tutto ciò che dipendeva da noi qualche giorno fa veniva controllato dal nostro io, adesso non ha più senso controllare il nostro io, è il momento di agire, affinché le cose vadano come noi vorremmo.

Motivarci alla sfide da affrontare, perché è pericoloso rimanere fermi. Il cambiamento crea stimoli, l’imprevedibilità ci auto-motiva a fare.

Il senso del nostro tempo va cercato dentro di noi. La capacità di auto- motivarsi permette di vincere la paura ed evita l’inerzia.

Dal rumore del silenzio può nascere una carica di vita.

Il silenzio fa spazio dentro di noi ed accoglie ciò che per noi è più importante. Per questo motivo rimanere in casa ci può dare una straordinaria occasione per affrontare il nostro silenzio interiore senza paura, ma vivendola come una grande opportunità di crescita riempiendo la nostra vita senza subirla.

Se sapremo navigare con la mente nessuno potrà fermarci. Gli attimi della giornata diventano suoni, sapori, affetti, immagini.

Lasciamo che il silenzio ci avvolga e che il nostro pensiero voli libero.

Ciò che ci contraddistingue come esseri umani, è la memoria di ciò che abbiamo vissuto, per non ripetere gli stessi errori.

Il ricordo delle emozioni vissute con i nostri cari, gli amori, le belle serate con amici, le soddisfazioni personali raggiunte ( laurea, lavoro, viaggi) torneranno a riaffiorare nella nostra mente.

La memoria ci salverà perché cercheremo in tutti i modi di riprenderci le nostre vite.

Uniti saremo più forti, fronteggeremo il pericolo del Coronavirus.

Saremo coesi nei valori della solidarietà e cercheremo di non disperdere nel tempo la memoria di questa disgrazia.

Ciò che è accaduto ci renderà persone migliori ed i nostri comportamenti non ci indurranno nuovamente a doverci allontanare dai nostri cari.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur