Coronavirus, il caldo potrebbe non mutare la situazione

WhatsApp
Telegram

Chi sperava nell’arrivo del caldo come arma per contrastare il Coronavirus dovrà (forse) riporre gli auspici.

Secondo un articolo pubblicato sul Repubblica.it, l’innalzamento delle temperature non sarà di aiuto al contrasto del propagarsi dell’infezione.

L’affermazione avrebbe il suo fondamento su alcune ricerche sullo studio climatico condotto da alcune università italiane. I test sarebbero stati condotti anche a Wuhan, la provincia cinese dove è scoppiata la prima epidemia da Covid-19.

Fra i primi a smentire l’ipotesi del contributo dovuto alle temperature elevate sarebbe stato il direttore di malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova, facendo un paragone con un virus simile al Covid-19 che nel 2014 contagiò in Medio Oriente numerosi cammelli.

Inoltre l’osservazione dell’andamento della diffusione del Coronavirus in Lombardia e Veneto non ha mostrato correlazioni con il cambiamento climatico e delle piogge rilevato in questi due mesi.

WhatsApp
Telegram

Concorso ordinario secondaria: diventerà annuale. Nessuna prova preselettiva. Eurosofia mette a disposizione i propri esperti