Coronavirus, Gelmini: “I no-mask dovrebbero visitare i reparti di terapia intensiva, parlare con i medici e pregare sulle tombe dei morti”

Stampa

”Più che la ‘marcia della liberazione’, quella organizzata da alcuni personaggi folkloristici per domani a Roma, sarà la marcia dell’inconsapevolezza o dell’ignoranza”.

“I negazionisti del Covid semplicemente fuggono dalla realtà e si rifugiano in astruse teorie e in insensate convinzioni. I no-mask dovrebbero visitare i nostri reparti di terapia intensiva, parlare con i nostri operatori sanitari, pregare sulle tombe degli oltre 36mila  morti avuti in Italia per il virus, e dopo tutto questo, infine, mettere la mascherina e chiedere scusa al Paese”.

Lo afferma in una nota Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei Deputati.

Stampa

Eurosofia: Analisi Comportamentale Applicata (ABA) tra i banchi di scuola. Non perderti questa grande opportunità formativa